Democrazia e diritti negati

Dibattiti - Edizione 2015

Guarda il video

  • 28/03/2015, ore 21:00
  • Cavallerizza Reale
  • Colin Crouch, Donatella Della Porta, Saskia Sassen

Le democrazie si sono spesso legittimate come capaci di garantire benessere ai cittadini, e la storia delle democrazie sembrava caratterizzata da una lineare espansione dei diritti di cittadinanza, grazie a un intervento dello Stato rivolto a ridurre le diseguaglianze prodotte dal mercato. Negli ultimi decenni, in particolare in Europa, ideologie e pratiche del neoliberismo, con il privilegio accordato al libero mercato, hanno portato invece a una continua erosione di diritti civili, politici e sociali.

La rabbia nelle città

Dialoghi - Edizione 2021

Guarda il video

  • 08/10/2021, ore 21:00
  • Polo del '900
  • Donatella Della Porta, Marco d’Eramo, Valeria Verdolini

Le metropoli sono storicamente terreno di coltura di dinamiche divisive e fratture sociali. I conflitti che ne derivano hanno matrici e sono portatori di istanze mutevoli nel tempo, dalla lotta per il riconoscimento di diritti economico-sociali, fino ai più recenti movimenti LGBTQI+ e alla crescente sensibilizzazione sulla crisi climatica. Ora che la pandemia ha colpito in modo diverso le persone coinvolte, stratificando nuove diseguaglianze, è fondamentale interrogarsi su quanto questo evento sociale “totalizzante” abbia modificato le dinamiche del conflitto.

Movimenti sociali e innovazione dal basso

Discorsi della Biennale - Edizione 2021

Guarda il video

  • 09/10/2021, ore 11:00
  • Politecnico di Torino Aula Magna
  • Donatella Della Porta, Maddalena Oliva

Storicamente, movimenti sociali progressisti sono stati alla base di innovazioni sociali e politiche che vanno dai diritti di cittadinanza alla democrazia. La partecipazione dei cittadini, anche in forme conflittuali, ha contribuito a trasformare la società e la politica. Questa capacità di innovazione e sperimentazione appare tanto più necessaria in una situazione nella quale crisi profonde si intrecciano, mostrando le insufficienze delle strutture esistenti, mentre le soluzioni possibili restano ancora da elaborare e sperimentare.