Dibattiti. Le forme della democrazia. Le trasformazioni di un sistema politico

Dibattiti - Edizione 2015

Guarda il video

  • 24/04/2015, ore 18:30
  • Teatro Gobetti
  • Domenico Fisichella, Giancarlo Bosetti, Gianfranco Pasquino, Giuseppe Bedeschi, Nadia Urbinati

Non tutte le forme di democrazia si equivalgono: alcune sono particolarmente dannose per la qualità del loro funzionamento e le sorti dei cittadini. Qual è la differenza fra le democrazie del passato e quelle attuali? E qual è lo spazio decisionale riservato ai cittadini oggi?

Il tempo di decidere

Dialoghi - Edizione 2015

Guarda il video

  • 28/03/2015, ore 16:30
  • Teatro Gobetti
  • Alessandro Campi, Gianfranco Pasquino, Jacopo Iacoboni

La democrazia parlamentare “è lenta”: quest’accusa ritorna spesso nel dibattito pubblico, fra i politici e gli studiosi. La soluzione proposta è snellire il processo di formazione delle leggi, abolire il bicameralismo, semplificare le procedure, rafforzare i poteri del governo. È un percorso immune da rischi? A quali condizioni le riforme istituzionali possono davvero migliorare il gioco democratico? C’è qualcosa da conservare del nostro sistema?

Quello che non emerge: una cultura politica

Dialoghi - Edizione 2017

Guarda il video

  • 01/04/2017, ore 10:00
  • Circolo dei Lettori Sala Grande
  • Gabriele Magrin, Gianfranco Pasquino, Valeria Ottonelli

Esaurite le ideologie e affondate le culture politiche, cancellato il “secolo socialdemocratico”, in sofferenza persino il neo-liberismo, a contendersi il campo sono rimasti l’antipolitica, il populismo e i fondamentalismi. Chi pensa che i diritti e i doveri da soli non bastino per nessuna (vecchia e) nuova cultura politica deve chiedersi dove e come potranno nascere nuove culture politiche competitive che diano risposte al governo dell’economia, all’ammodernamento del welfare e alle diseguaglianze.

Società della trasparenza e poteri invisibili

Dialoghi - Edizione 2019

Guarda il video

  • 31/03/2019, ore 16:00
  • Accademia delle Scienze
  • Gianfranco Pasquino, Serena Danna

Secondo Bobbio, una delle promesse della democrazia è debellare i poteri invisibili e diventare trasparente. È una promessa realistica? La rivoluzione digitale ha risvegliato questa speranza, ma ci ha messi di fronte a realtà di segno opposto. Informazione e disinformazione, complotti svelati e complotti inventati, nuovi strumenti per controllare il potere e sorveglianza sui nostri dati. Persino ciò che pare più nostro – le emozioni in libertà che scivolano sui social network – può renderci più vulnerabili di fronte ai poteri. Quanto e come una democrazia può essere trasparente?