D’autore. Il futuro del capitalismo

D'autore - Edizione 2013

Guarda il video

  • 14/04/2013, ore 18:00
  • Teatro Gobetti
  • Luigi Zingales, Pietro Garibaldi

Perché è importante che un sistema capitalistico sia anche democratico? E quali misure occorrerebbe adottare per risolvere la crisi economica odierna? Ne discutono due economisti, Luigi Zingales e Pietro Garibaldi.

Europa tra crescita e rigore fiscale

Dialoghi - Edizione 2015

Guarda il video

  • 29/03/2015, ore 11:30
  • Teatro Gobetti
  • Lucrezia Reichlin, Pietro Garibaldi

Una moneta unica senza un’autorità federale di bilancio ha bisogno di regole che disciplinino la spesa dei governi degli Stati membri. Queste regole, stabilite dal Trattato, si sono rivelate inadeguate durante la grande crisi: eccessiva disciplina ex-ante e mancanza di credibilità ex-post. Dal 2010 in poi, con l’inizio della crisi del debito, abbiamo vissuto una difficile evoluzione del governo della moneta unica. L’incertezza che l’ha accompagnata è alla causa della stagnazione delle economie dell’Euro. Oggi siamo forse a una svolta che vede un maggiore ruolo della Banca Centrale Europea e una maggiore flessibilità nelle regole di bilancio. È sufficiente a promuovere la crescita e a garantire la stabilità finanziaria? No.

Giovani e pensioni

Discorsi della Biennale - Edizione 2017

Guarda il video

  • 01/04/2017, ore 15:30
  • Circolo dei Lettori Sala Grande
  • Pietro Garibaldi, Stefano Parola

L’Italia ha un sistema previdenziale in equilibrio di lungo periodo. Tuttavia, la generazione dei ragazzi italiani nati intorno al 1980 rischia di andare in pensione con un assegno inferiore al 50% del reddito da lavoro e con una pensione molto inferiore a quella dei suoi genitori. Alla base di tale previsione vi sono la bassa crescita, un mercato del lavoro caratterizzato da disoccupazione giovanile intorno al 40% e contratti di lavoro instabili. Inoltre, la riforma pensionistica del 2012 ha mantenuto sul lavoro i lavoratori più anziani e ha spiazzato quelli più giovani.

Giovani e precari. Un contratto per tutti

Dialoghi - Edizione 2009

Guarda il video

  • 24/04/2009, ore 18:30
  • Teatro Carignano
  • Angelo Miglietta, Pietro Garibaldi, Tito Boeri

In Italia cresce il numero di persone che lavorano in forme “atipiche”, cioè diverse da quelle proprie del lavoro subordinato a tempo indeterminato. Molto spesso la condizione “atipica” coincide con l’assenza di efficaci tutele. Gli economisti Boeri e Garibaldi illustrano una serie di riforme per fare fronte alla nuova situazione, indotta dalle trasformazioni dell’economia e della produzione e dalla crisi scoppiata nel 2008: contratto unico a tutele crescenti, reddito minimo garantito, nuovi strumenti di sostegno alla disoccupazione.

L’intreccio tra business e politica

Dialoghi - Edizione 2017

Guarda il video

  • 02/04/2017, ore 17:00
  • Circolo dei Lettori Sala Grande
  • Andrea Prat, Maurizio Franzini, Pietro Garibaldi

In una democrazia moderna è impossibile mantenere la sfera politica completamente separata da quella economica, anzi è auspicabile che i mercati e le aziende siano regolati nel pubblico interesse. Ma come evitare che il potere economico prenda il sopravvento su quello politico? Attraverso la prospettiva della “political economy”, un dialogo su controllo dei mass media, regolamentazione della finanza, politica antitrust, gruppi di interesse e riduzione delle disuguaglianze.

Neet, una gioventù inoperosa. Come ripartire.

Dialoghi - Edizione 2017

Guarda il video

  • 30/03/2017, ore 16:30
  • Circolo dei Lettori Sala Grande
  • Eleonora De Leo, Giusi Marchetta, Pietro Garibaldi, Stefano Zanotto

I dati Istat sull’occupazione giovanile in Italia descrivono uno scenario preoccupante, soprattutto se si guarda ai NEET: giovani tra i 15 e i 30 anni che non lavorano né studiano e che, pur inseriti nelle liste di collocamento, di fatto non rispondono alle chiamate. La loro è una condizione emotiva permeata di incertezza, sfiducia e scarsa progettualità che favorisce il proliferare di piccole attività in nero. Il lavoro delle associazioni appare, a oggi, l’unica risposta concreta a un fenomeno in continua crescita che influisce sulla fiducia nel futuro delle nuove generazioni.