Alla luce del sole. La natura della corruzione del congresso USA

Discorsi della Biennale - Edizione 2011

Guarda il video

  • 16/04/2011, ore 16:30
  • Teatro Carignano
  • Juan Carlos De Martin, Lawrence Lessig

E’ possibile una rinascita della democrazia negli Stati Uniti? E come i cittadini possono impedire ai “ricchi” le ingerenze nella politica, che condizionano inevitabilmente le scelte della classe dirigente? Lawrence Lessig, fondatore di Creative Commons, ne discute con Juan Carlos De Martin, co-fondatore del Centro Nexa su Internet e SocietĂ  del Politecnico di Torino.

Dibattiti. Quale energia per quale sviluppo?

Dibattiti - Edizione 2014

Guarda il video

  • 11/04/2014, ore 18:00
  • Teatro Gobetti
  • Angelo Tartaglia, Giovanni Vincenzo Fracastoro, Pier Paolo Luciano, Roberto Burlando

Un economista, un ingegnere e un fisico discutono su come può essere affrontata la questione della crescente domanda di energia di fronte alla finitezza delle fonti fossili e all’inquinamento del Pianeta. Possono le energie rinnovabili rappresentare un’alternativa sostenibile ai combustibili fossili? E ancora: può il Pil costituire un indicatore del benessere di un Paese?

D’autore. Uno sguardo dall’India. Il caos prossimo venturo

D'autore - Edizione 2009

Guarda il video

  • 25/04/2009, ore 18:30
  • Teatro Gobetti
  • Andrea Berrini, Prem Shankar Jha

L’emergere simultaneo di nuovi Paesi che cercano di consolidare la propria identità nazionale attorno ai vecchi stati-nazione e che si oppongono all’idea di un mondo globalizzato potrebbe essere la causa di una lunga stagione di disordine sociale e disequilibrio economico motivato dall’intenzione di alcuni di affermare la supremazia della propria nazionalità sugli altri. Quali soluzioni? L’analisi di un grande economista indiano

La crescita demografica. Natura, comportamenti, politiche

Discorsi della Biennale - Edizione 2017

Guarda il video

  • 30/03/2017, ore 15:00
  • Teatro Carignano
  • Massimo Livi Bacci, Pietro Marcenaro

Dalla nascita dell’agricoltura a oggi la popolazione del pianeta è cresciuta mille volte, gli umani si spostano a velocità mille volte maggiore e i loro consumi di energia e materie prime sono cento volte più grandi. Più della metà delle terre emerse sono antropizzate, direttamente o indirettamente, e altri tre o quattro miliardi di umani popoleranno il mondo alla fine del secolo. Gli squilibri demografici, seppure in calo, saranno ancora molto forti, con ricadute rilevanti per la sostenibilità dello sviluppo che solo politiche accorte e condivise potranno attenuare.

La fame

D'autore - Edizione 2017

Guarda il video

  • 02/04/2017, ore 15:30
  • Auditorium Vivaldi
  • Loredana Lipperini, MartĂ­n CaparrĂłs

Quasi un miliardo di persone nel mondo soffre la fame. Le loro storie raccontano condizioni di vita precarie dovute a siccità, povertà estrema, guerre ed emarginazione, soprattutto nei Paesi del quarto mondo: condizioni spesso associate anche alla precarietà lavorativa. Ma poi ci sono quelli che sulla precarietà speculano, impoverendo e causando inedia e morte. Quali sono i meccanismi che fanno sì che quasi un miliardo di persone non mangi quanto necessario? Quali vie d’uscita a questa intollerabile emergenza?

La qualità dell’aria nei centri urbani e la mobilità sostenibile

Dialoghi - Edizione 2017

Guarda il video

  • 31/03/2017, ore 18:00
  • Accademia delle Scienze
  • Giuseppe Ricci, Marco Diana, Silvia Rosa-Brusin

Le città italiane sono soffocate dallo smog, ed è una grande questione di salute dei cittadini. Il contributo più immediato al miglioramento della qualità dell’aria può venire dalla smart mobility, il car sharing, e dall’utilizzo di carburanti diversi e innovativi, come GNL e nuovi gasoli, che riducono sensibilmente le emissioni in quanto prodotti con tecnologie avanzate idrogenanti a partire da materie di origine vegetale e da oli alimentari esausti, e dalla cui raccolta si può innescare una buona economia circolare. Per altro verso, il trasporto pubblico e le buone pratiche della gestione della mobilità possono giocare un ruolo più incisivo in presenza di un’adeguata attività di pianificazione.